M5S, Di Maio: “Il generale Costa sarà il nostro ministro dell’Ambiente. Senza maggioranza, confronto con tutti sul programma”

di admin il 25 febbraio 2018

Prova a reagire alle ultime grane legate alle candidature (Caiata e Tasso), Luigi Di Maio. E lo fa puntando sulla squadra di governo dei Cinquestelle. E sulle prospettive del dopo voto. Aprendo a un confronto con tutte le forze politiche. “Se la sera delle elezioni, noi saremo primo partito, ma non ci saranno numeri per governare da soli – dice da Lucia Annunziata, ospite insieme ad Alessandro Di Battista – “faremo un appello a tutti i gruppi dicendo: ‘Noi di voi non ci fidiamo, ma facciamo un confronto e firmiamo un contratto con un programma di lavoro con un timing entro cui approvare i punti del programma e avviamo la XVIII legislatura”.

Per il resto, Di Maio esclude qualsiasi ipotesi di governo con la sinistra. Quanto al rapporto con la Lega, dice: “La distanza politica dalla Lega è cresciuta? Io non mi fido di nessuno e spero che gli italiani impediscano al centrodestra di Berlusconi di raggiungere un risultato notevole. Io tra l’altro sono un cittadino della Provincia di Napoli e non è che Salvini togliendo la parola Nord può cancellare parole come ‘Vesuvio lavali col fuoco’”. Di Maio poi insiste sul ruolo della squadra, costruita pensando anche alle valutazioni del Colle.

“Questa sarà la settimana in cui il Movimento presenterà la sua proposta di ministri al presidente della Repubblica. Lo facciamo prima per spiegare agli italiani su quale patrimonio dovrebbe investire lo Stato”, dice. E rende pubblico il primo dei nomi della squadra: “Io vengo dalla Terra de Fuochi e credo che il ministero dell’Ambiente sia un ministero centrale” e per questo ruolo “la nostra proposta è il generale dei carabinieri Sergio Costa, un uomo dello Stato che si è distino nella lotta ai crimini ambientali”. Costa, comandante della Regione Campania dei Carabinieri forestali – laureato in Scienze Agrarie, master in Diritto dell’Ambiente e specializzato in investigazioni ambientali – si è distinto in operazioni di contrasto alle ecomafie e al clan dei Casalesi.

Lascia un commento

*